LEZIONE NUMERO

 

10

 

Argomento:

L'ala

 

 

In inglese:

Forward, Winger

 

 

Che cos'è:

Parliamo ora di fasce laterali.

La fascia è quella zona di larghezza indeterminata che corre lungo le due linee laterali che delimitano il lato più lungo del campo di calcio.

Questo è il dominio dell'ala, giocatore dotato di un solo piede (l'altro, calcisticamente parlando, è puramente decorativo) una via di mezzo fra un pendolo ed un centometrista che ha il compito di prendere il pallone a centrocampo, portarlo velocissimamente in attacco e buttarlo in area di rigore.

Tanto più veloce, quanti più palloni verranno portati in zona d'attacco, tanto maggiore sarà stato il contributo dell'ala alla partita.

Giocatore ormai quasi mitologico, è ambito da tutti gli allenatori, salvo poi dimenticarselo in panchina perché tatticamente un po' anarchico.

Salvo poi resuscitarlo quando la squadra è in crisi, nella speranza che sappia porre rimedio ad un gioco piuttosto asfittico.

E il ciclo riparte.

 

 

Casi particolari:

Ala destra, ala sinistra. Banale… dipende in quale dei due lati del campo viene confinato.

 

 

Da non confondere con:

L'ala di pollo, l'ala di un edificio, l'ala di un aereo. Tutte cose molto statiche, strettamente vincolate alla struttura principale. Lui no, lui va…. a volte non torna neanche, per la disperazione di compagni e allenatori.

 

 

Frasi da evitare:

"ormai le ali pure non esistono più…" per giustificare il proprio prediletto, troppo lento, troppo poco agile e, in una parola, troppo scarso per il ruolo.

 

 

Comportamenti da evitare:

insistere perché il vostro pargoletto, ultimamente un po' soprappeso, giochi all'ala. Lo aspettano figuracce inevitabili.

 

 

INDIETRO